Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

Esegui una nuova ricerca

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#adessonews
Agevolazioni
Agevolazioni finsubito
Agricoltura
Economia
Immobili
Legislazione
Prestiti - Mutui
Prestito aziendale
video news dalla rete


Come subentrare nel contratto di fornitura Enel nel caso di decesso dell’intestatario? Quale modello utilizzare? Ecco i moduli ufficiali dell’Enel.

Nel mondo del diritto esistono contratti ad esecuzione istantanea e contratti di durata: i primi esauriscono immediatamente i propri effetti (pensa all’acquisto di un libro o di altro oggetto di modico valore); i secondi, al contrario, si protraggono nel tempo, in quanto almeno una delle parti ha bisogno della prestazione dell’altra in maniera continuata e duratura. Classico esempio di contratto di durata è quello di somministrazione, mediante il quale un contraente si impegna ad eseguire, a favore dell’altro e dietro pagamento di un corrispettivo, prestazioni periodiche o continuative di cose. Chiaramente, nella nozione di contratto di somministrazione rientrano tutti quelli che erogano i servizi essenziali presenti praticamente in ogni casa: luce, gas, telefono, internet, acqua, ecc. Stante la natura prolungata del rapporto, è ben possibile che nelle more dello stesso qualcosa cambi: ad esempio, il cliente modifica la propria residenza, oppure chiede un fabbisogno energetico superiore oppure inferiore; è possibile anche che, dopo tanti anni, il cliente a cui era intestato il contratto muoia. In questo caso, se nessuna comunicazione viene inoltrata alla società, la fornitura proseguirà come sempre: in genere, infatti, l’interruzione del servizio viene chiesta dai parenti della persona defunta solamente quando il contratto sia divenuto inutile (ad esempio perché la casa è rimasta disabitata). In tutti gli altri casi, cioè quando non si recede dal rapporto, è opportuno subentrare nel contratto al posto di colui che era il vecchio intestatario: per farlo, l’

Enel ha messo a disposizione dei propri clienti un apposito modulo, del quale potrai avvalerti nel caso in cui il titolare dell’utenza sia deceduto e tu chieda di subentrare al suo posto. Se hai cinque minuti di tempo, ti illustrerò, nei prossimi paragrafi, dove trovare e come compilare il modulo successione Enel.

Voglio però precisarti, prima di andare avanti, un aspetto che non tutti sanno. dal 1° gennaio 2017 la Società del Gruppo Enel che gestisce il servizio di maggior tutela per l’energia elettrica ha cambiato il nome in Servizio Elettrico Nazionale (www.servizioelettriconazionale.it). Per questo motivo, quando si fa riferimento a SEN occorrerebbe eliminare qualsiasi riferimento a Enel. Enel Energia è invece la società del Gruppo Enel che opera nel mercato libero, con un proprio sito www.enel.it

Modulo successione Enel: a cosa serve?

Il

modulo successione Enel deve essere utilizzato quando il titolare della fornitura è deceduto e il servizio viene utilizzato da un familiare: in questa evenienza, occorre aggiornare l’intestazione del contratto. In pratica, si può subentrare a tutti gli effetti nella titolarità del contratto mantenendo le medesime condizioni e senza costi aggiuntivi, sia nel caso di contratti per usi domestici residenti, che per usi domestici non residenti: nel primo caso, quindi, il modulo successione Enel dovrà esser utilizzato solamente da quanti risiedevano insieme al defunto, mentre nel secondo caso potrà essere compilato e inviato da chi non condivideva la residenza con il precedente titolare del contratto.

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

Modulo successione Enel per residenti: cos’è?

Come anticipato nel paragrafo che precede, il modulo successione Enel per residenti è destinato a quanti condividevano la residenza anagrafica con la persona precedentemente titolare del contratto Enel. Puoi trovare e scaricare questo modulo successione Enel

cliccando qui. Ti accorgerai subito che compilarlo è semplicissimo: bisognerà solamente inserire le proprie generalità e quelle del defunto, oltre che l’indirizzo dell’abitazione ove si ha la residenza e che è destinataria del servizio Enel.

Nota bene che il modulo successione Enel, a differenza della restante modulistica messa a disposizione dalla società erogatrice del servizio elettrico, comporta una dichiarazione di responsabilità ben precisa: quella inerente al decesso del titolare dell’utenza a cui si dichiara di subentrare. In altre parole, con il modulo successione Enel dichiari, sotto la tua responsabilità civile e penale, che il precedente intestatario della fornitura è deceduto. Non dovrai quindi allegare il certificato di morte: è sufficiente la tua dichiarazione resa, come detto, a pena di responsabilità giuridica.

Modulo successione Enel per non residenti: come funziona?

Il modulo successione Enel per persone non residenti (che puoi trovare cliccando qui) è praticamente identico a quello visto nel paragrafo precedente; a differenza del primo, però, potrà essere utilizzato solamente da chi non ha la residenza anagrafica comune a quella del defunto intestatario. Nel

modulo successione Enel per non residenti, infatti, dovrai espressamente dichiarare di non avere la residenza nell’immobile beneficiario del servizio elettrico, impegnandoti altresì a comunicare all’Enel ogni tuo eventuale cambio di residenza.

Con questo modulo successione Enel, quindi, diverrai intestatario, subentrando al precedente titolare, di una fornitura che non riguarda la tua abitazione. Ricorda che anche in questo caso devi dichiarare, sotto la tua responsabilità, che il precedente titolare dell’utenza è deceduto.

Modulo successione Enel: a chi inviarlo?

Dopo aver debitamente compilato tutti i campi del modulo successione Enel e aver allegato una copia fronte/retro di un valido documento d’identità, potrai inviare il tutto attraverso i seguenti canali:

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

  • via email, all’indirizzo allegati@servizioelettriconazionale.it;
  • al numero di fax 800900150;
  • attraverso raccomandata con avviso di ricevimento all’indirizzo: Servizio Elettrico Nazionale S.p.a. – Casella Postale 1100 – 85100 – Potenza.

Sostieni laleggepertutti.it

Non dare per scontata la nostra esistenza. Se puoi accedere gratuitamente a queste informazioni è perché ci sono uomini, non macchine, che lavorano per te ogni giorno. Le recenti crisi hanno tuttavia affossato l’editoria online. Anche noi, con grossi sacrifici, portiamo avanti questo progetto per garantire a tutti un’informazione giuridica indipendente e trasparente. Ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di andare avanti e non chiudere come stanno facendo già numerosi siti. Se ci troverai domani online sarà anche merito tuo.
Diventa sostenitore clicca qui



Source link

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,
come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.
Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.
L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,
come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.
Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.
L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Finanziamenti – Agevolazioni

Servizi e consulenze